0

Successo per il baskin sul Lago Maggiore

Dal Giornale di Arona – Venerdì 25 Maggio 2012

ARONA (pdt) Il progetto Baskin school Amicigio, realizzato grazie alla fondazione
Crt Torino, Compagnia San Paolo e la collaborazione del Baskin lago Maggiore, ufficio scolastico provinciale,
la Pallacanestro Castelletto e quella Lago Maggiore oltre all’associazione
nazionale baskin Cremona, che ha coinvolto ben 8 scuole del territorio e si è concluso
con tre tornei baskin che si sono svolti per le medie venerdì 1 al Palamico, per le superiori
mercoledì 6 a Gozzano, per le primarie giovedì 7 giugno al Palamico.

Le scuole coinvolte, guidate dagli allenatori Francesco Monti e Stefano Tosatto,
sono state le elementari di Castelletto e Borgomanero , le medie di Arona, Dormelletto
e Borgoticino e le superiori di Lesa e Gozzano. «Il progetto baskin – racconta la presidente di Amicigio Gabriella
Bortolotto – ha avuto un enorme successo tra i ragazzi e gli insegnanti che per il prossimo anno
scolastico vogliono attivare all’interno delle loro scuole il baskin: una meteora
educativa nell’universo sportivo. Ci teniamo amettere in risalto il potenziale
educativo che questa attività rappresenta e può rappresentare all’interno
della scuola, una sorta di “laboratorio di società” che aiuta a preparare gli
studenti ad essere i cittadini di domani. Attraverso questa attività la scuola non
solo trasmette ai ragazzi principi di convivenza serena e impegnata, ma ne
potenzia l’autostima. I ragazzi diversamente abili, forse per la prima volta
nella loro vita, si trovano a essere scelti dai ragazzi normalmente abili che investono
su di loro per risolvere un’azione di squadra. Questa scelta da un
lato li carica di responsabilità, dall’altro li gratifica e, quando si conclude
col canestro, contribuisce a far crescere la fiducia in se stessi. Dal 26 agosto al 2
settembre 2012 Amicigio organizzerà il 2°campbaskin». Per informazioni amicigio@
alice.it o 3270948304

Questa presentazione richiede JavaScript.

0

Siglata convenzione Associazione Baskin – Uisp

Il 21 Luglio 2012, a Pesaro, l’Associazione Baskin e l’ente di promozione sportiva UISP hanno siglato in modo ufficiale una convenzione valida su tutto il territorio nazionale.

Nella suggestiva cornice delle finali del “summer basket”  è stata firmata ufficialmente la convenzione alla presenza per la UISP del Presidente nazionale, Filippo Fossati, del Presidente della Lega Basket , Aldo Sentimenti, del Responsabile Area Handicap, Giuliano Bellezza, mentre per l’Associazione Baskin erano presidenti il Presidente, Antonio Bodini, il Responsabile della Sezione Territoriale Marche, Loretta Mattioli, e il Responsabile della Sezione Territoriale Sicilia, Giuseppe Battaglia.

Grande soddisfazione è stata espressa dalle due organizzazioni per essere riusciti a pianificare un intervento sul territorio nazionale che ha l’ambizione di riuscire a far giocare a baskin fasce di popolazione che altrimenti sarebbero escluse dalla pratica sportiva.

L’unione di intenti che nasce dalla condivisione delle idee di uguaglianza, pari opportunità, rispetto di tutti in particolare delle fasce più deboli, ha consentito una partenza esplosiva della collaborazione tra UISP e Associazione Baskin. Già il Campionato provinciale svoltosi a Cremona ed organizzato dalla UISP si è realizzato nel migliore dei  modi  sia dal punto di vista sportivo che organizzativo, cosi pure il Corso Allenatori e Arbitri di Novembre 2011. Per il futuro prossimo sono in programma la Rassegna Nazionale di baskin prevista per Ottobre 2012 in Sicilia e la pianificazione della formazione e della sensibilizzazione sul piano nazionale sancita dalla convenzione firmata a Pesaro.

Un grazie particolare per questo risultato raggiunto va a Giuseppe Battaglia che ha saputo coordinare le persone delle due organizzazioni  in modo perfetto, ma a tutta l’organizzazione UISP sento di esprimere la mia gratitudine sia per l’accoglienza personale che per quella riservata al Baskin come idea di sport.

Antonio Bodini

Questa presentazione richiede JavaScript.

0

In Sicilia un anno intenso di baskin

Sono iniziate nel mese di ottobre del 2011 e si sono concluse alla fine
del mese di Giugno di quest’anno le attività sportive del Baskin Sicilia.
In tutti questi mesi sono stati tantissimi gli atleti diversamente abili e
non che si sono allenati, preparati e sfidati nei tre campi di Baskin di
Avola, Noto e Rosolini. Alcuni ragazzi diversamente abili si sono
avvicinati a questo sport con molto sospetto e per pura curiosità ma alla
fine sono rimasti contagiati e affascinati dalla possibilità di sviluppare
al meglio le loro potenzialità, le proprie inclinazioni, senza pregiudizi
pensando che stare al mondo come cittadini che vivono una situazione di
handicap è possibile solo se ci sono sport inclusivi come il Baskin.
Realtà sportive territoriali come la Uisp-solidarietà e associazioni di
volontariato come i “SuperAbili” di Avola, l’”ARID” di Rosolini e la
neonata “EOS” di Noto sono riusciti in questi mesi a intrecciare rapporti
solidi di mutuo aiuto e di scelte partecipate fra di loro e soprattutto
con istituzioni come quelli comunali, provinciali e regionali.
Questo straordinario sport è riuscito in pochi mesi a riportare al centro
dell’attenzione lo sport per tutti e per ciascuno. Infatti, i volontari e
gli istruttori si sono ritrovati in più occasioni coinvolti in corsi di
formazioni  e di approccio al Baskin per comprendere meglio il regolamento
e soprattutto per individuare per ogni singolo atleta disabile il ruolo
che doveva rivestire all’interno della squadra di appartenenza.
“Dobbiamo allora lavorare, ribadisce Giuseppe Cataudella,(resp settore
ODV organz di volontariato del baskin Sicilia)  perché si valorizzi
l’idea del “valore umano” e si restituisca alla società il “principio
del dono” attraverso lo sport e il volontariato sociale.
Il prossimo appuntamento per tutti coloro che praticano Baskin in Italia
sarà nelle città di Noto, Avola e Rosolini nel mese di ottobre. Dal 11 al
14 ottobre prossimo si organizzerà una rassegna nazionale con 150  di
atleti provenienti dalle sei regioni italiane dove si pratica il Baskin.
Grazie al sostegno di tutti il destino del Baskin in Sicilia e in Italia
non potrà che essere una vera è RIVOLUZIONE culturale e sociale.

Questa presentazione richiede JavaScript.